Giotto

Un batuffolo di pelo che gira per casa giocondo e festoso , sempre pronto a rallegrarmi con le sue buffe espressioni , i suoi grandi occhi neri mi osservano mentre mi muovo aspettando che mi fermi per poter ricevere coccole…questo è il mio adorabile cagnolino Giotto. acrilico su tela cm. 30 x 40anno 2012

la danza delle foglie

    Il sole, come un attento pittore durante i mesi estivi ha dosato i colori più brillanti, per poter compiere sulle foglie un’opera unica, di luce e colore.  Ora che l’autunno è arrivato, ecco le piccole foglie dipinte di calde sfumature sono pronte per trionfare in una danza armoniosa e una ad una staccarsi dai forti rami e volteggiare … Continua a leggere

pietra su pietra

  Tra le viuzze di un paesino marchigiano è incastonata una pittoresca scaletta di pietra, essa ha il carattere forte e deciso delle rocce, ma nello stesso tempo morbido e dolce come le curve della sua architettura.E’ proprio questo connubio intrigante che ha scatenato in me il desiderio di riprodurla. (Castelbellino -AN-) acquerello su cartoncino cm. 30 x 40anno 2011

Petali rossi

La vecchia finestra è sempre stata lì, senza vita… le rocce di tufo allo stesso modo, senza respiro l’avevano incorniciata per tutto questo tempo, vicini e fedeli come buoni amici… Ora però, tra i compagni di muro, si è intromessa una bella donna dagli splendidi petali rossi. Adesso la finestra l’attira a se, ed altrettanto fanno i tufi. Tutto sembra … Continua a leggere

Tronco solitario

    I nodi e le contorsioni raccontano la sua vita ormai trascorsa… intorno a se la vegetazione muta di stagione in stagione cambiando colori, forme e odori, esso immobile e guardingo non muta, non cambia ma resiste senza vita affascinando i miei occhi che lo renderanno eterno attraverso i colori e questa tela…      

La torre

Tra la mediterranea vegetazione s’innalza maestosa la Torre, si riflette tutto il giorno nel mare cristallino a specchiarsi vanitosa, le onde lambiscono la collana di pietre davanti a lei, mentre  gli alberi verdeggianti la proteggono con le loro maestose fronde. (Portonovo AN acrilico su tela cm.50 x 35) 

L’impeto del mare

E’ bello il mare, anche quando ruggisce come un leone inferocito e fa sentire la sua cupa voce che risuona lungo le spiagge, sprigionando dalle onde impetuose schiuma bianca e spruzzi di acqua salata che raggiungono il cielo,  sembra che quelle stesse onde vogliano cambiare forma e colore per nascondere i suoi ospiti ai gabbiani cacciatori.  (acrilico su tela cm. 25 x 25)